La Cappella di San Severo

A Napoli sole ed ombra, religione e superstizione si fondono in un’atmosfera che sola, fra le città italiane, ancora consente di avvertire la persistenza delle tradizioni più arcane.

Miti e leggende si intrecciano inesorabilmente ad alcuni dei suoi monumenti più famosi, come quelle che aleggiano intorno alla figura di don Raimondo di Sangro principe di San Severo e alla Cappella che ne porta il nome.

La Cappella di San Severo è situata in pieno centro storico, nei pressi della piazza San Domenico Maggiore ed appare come un tempo iniziatico, concepito come luogo di sviluppo interiore.

Al suo interno, opere sorprendenti che ancora oggi non mancano di suscitare dubbi e interrogativi nei visitatori.

Raimondo di Sangro guadagnò ben presto fame di occultista presso la popolazione napoletana. Leggenda vuole che lo stesso Conte Cagliosto abbia voluto rendergli omaggio quale Maestro Esoterico. Ecco perchè le opere della Cappella di San Severo continuano a suscitare uno stupore che va ben al di là dell’ammirazione per il talento artistico.

La visita inizia dalla cavea sotterranea dove due sconvolgenti ‘macchine anatomiche’ riproducono il sistema linfatico del corpo umano con tale sconvolgente precisione da sembrare ben più che ‘semplici’ riproduzioni.

L’opera più famosa è senza dubbio quella che si trova nella navata centrale: il Cristo velato.

Realizzata da Giuseppe Sanmartino nel 1753, la delicatezza delle sue forme incantò persino uno scultore affermato come Antonio Canova. L’artista, durante una visita alla cappella, dichiarò che avrebbe dato 10 anni di vita pur di scolpire un’opera così.

La finezza con cui è realizzato il sudario e le strane voci sugli oscuri passatempi del principe di San Severo, hanno fatto persino sospettare che potesse essere il risultato di un esperimento alchemico per marmorizzare i tessuti.

Un monito saluta il visitatore e lo invita a far tesoro di quanto ha appena visto: “Quando avrai reso gli onori dovuti, pensa seriamente anche a te, profondamente rifletti e va' pure".

 

 

  • Ospedale delle Bambole di Napoli

    Un mondo magico, dove sapienti artigiani riportano in vita bambole antiche provenienti da tutto il mondo.

  • Farmacia degli Incurabili

    Riaperta al pubblico nel 2012 dopo un lungo restauro, questa storica Farmacia fu inaugurata nel 1700 accanto all’Ospedale degli Incurabili, sorto a causa dell’epidemia di peste che infestava in città nel 1500.

  • Museo del Tesoro di San Gennaro

    Sette secoli di donazioni hanno reso il Museo del Tesoro di San Gennaro una delle raccolte più ricche e particolari al mondo.

  • Teatro Romano di Neapolis

    Immaginate di scavare nella vostra cantina e scovare niente meno che i resti di un antichissimo teatro romano.

  • Cimitero delle Fontanelle

    In assoluto uno dei luoghi di Napoli più affascinanti e inquietanti allo stesso tempo, il Cimitero delle Fontanelle ospita ancora oggi i resti visibili di oltre 40.000 anime morte durante la famosa epidemia di peste che investì la città nel Seicento e quella di colera dell’Ottocento.

  • Purgatorio ad Arco

    Legato al Cimitero delle Fontanelle è il Complesso Museale Di Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco, una realtà assolutamente unica al mondo, interamente dedicata alle anime sperdute in Purgatorio in cerca di refrigerio dalle pene dell’aldilà.

Un gioiellino, tutto molto curato, un mix perfetto di design in ambiente d'epoca; pulizia impeccabile, personale disponibile e gentile, colazione ottima e posizione strategica. Assolutamente da consigliare. Ilaferra, Baldissero Torinese – TripAdvisor

Wow, che hotel. Rende le piccole cose perfette e mi piace il suo carattere con il suo adorabile design. È stata una gioia stare qui e sicuramente questo posto ha fatto la sua parte nel rendere la mia vacanza a Napoli indimenticabile. Saeed, London – Booking.com

Quando entri nell'Hotel Piazza Bellini ti rendi subito conto di essere in un ambiente professionale, giovane, ospitale ed anche pieno di stile ed originalità. Le camere sono pulite, nuove, curate e grandi. ElisabettaT, Roma – TripAdvisor

L'ambiente caldo ma raffinato, le stanze confortevoli e ottimamente arredate (la mia aveva una spettacolare vista sulla città)...ottima e abbondante la colazione. tiziana360, Roma – TripAdvisor

La posizione è perfetta, nel centro storico di Napoli, tra le viuzze e i decumani, con i grandi capolavori d'arte (Santa Chiara, Cappella Sansevero, il Duomo con il tesoro di San Gennaro ...) a pochi passi. GIUSVA, Marina di Pietrasanta – TripAdvisor

Un altro punto a favore è stata la colazione, buonissima e varia. Sono stata conquistata dai muffin e dalle tazze fatte di lavagna. Presente anche una lavagna grande quanto una parete su cui lasciare delle dediche o commenti. Sono quei piccoli dettagli che secondo me fanno la differenza. Kristina G., Firenze – Yelp.com